S.Lucio

La Chiesetta  appare tra il verde folto sul dorsale del monte Pianone, ed è situata a 1027 m s.l.m., in posizione incantevole, da cui si domina tutto l’altopiano. Ha una storia secolare:  la primitiva cappella dedicata a S. Lucio, protettore dei mandriani e dei caseificatori, è sicuramente anteriore al 1529. Fu eretta dai numerosi mandriani che per buona parte dell’anno, si stabilivano sul monte per la falciatura del fieno e per sfruttare, con le mandrie, i vasti e stupendi pascoli.
Un rifacimento sostanziale avvenne verso il 1600-1630, all’epoca della peste che si diffuse abbondantemente anche sull’altipiano di Clusone.
All’origine di questo rifacimento c’è un voto, o dei mandriani stessi che frequentavano il monte, o di tutta la comunità di Clusone; lo attesta la scritta che si trova in fondo alla stupenda pala dell’abside, opera del clusonese Domenico Carpinoni (1566-1658). Nel 1800 si ha notizia di un’altra iniziativa per ingrandire questa chiesetta, per migliorarla e dotarla di adiacenze, come il campanile, la sacristia e alcune stanze per il custode.È raggiungibile da Clusone attraverso una strada sterrata di 5 km percorribile da qualsiasi autovettura (in inverno necessarie catene da neve).

Facebook